Addio stipendio in contanti

Addio stipendio in contanti

Un emendamento alla legge di bilancio in corso di approvazione alla Camera ha previsto che il datore di lavoro non possa più pagare gli stipendi in contanti ai lavoratori, altrimenti rischia una sanzione pecuniaria di euro 5.000,00.

La norma è volta ad evitare che il lavoratore, sotto minaccia del licenziamento, accetti il pagamento in contanti di una somma inferiore rispetto alla busta paga, con firma della stessa. La nuova normativa prevede che  la firma della busta non fornisca prova dell’effettivo pagamento.